Scrittura

17/04/2020

L’inamabile

L’insopportabile e claustrofobica presa dell’inamabile, di tutto ciò che è antipatico, senza pathos possibile, senza autentico sentire: è da questo, da ciò che non ci dà la possibilità di amare la vita,…
17/01/2022

Annie Ernaux e gli stracci

Più che una descrizione di indumenti maschili e femminili, "L’usage de la photo" è una scrittura del corpo traslata. Si parla di pantaloni per le gambe, di scarpe per i piedi, di magliette per la schiena, di reggiseno per i…

Scrivere scrivere scrivere

05/02/2024
Ancora estate. Un soffio d’aria calda invade lo spazio di agosto: la città e il suo golfo, le sale del museo. Questa sala in particolare, vasta e maestosa. Poi un volto. Il suo. Sepolta per…

Costellazione Blank

Interno ed esterno, ma anche soggetto e mondo, immanenza del corpo e trascendenza del linguaggio: tra questi estremi si muove la scrittura asemantica persistente in tutta l’opera di Irma Blank, che proprio dal linguaggio inizia,…

Passione della vite

Qualcosa della scrittura, nonostante la deviazione dalla penna alla tastiera, continua a indicare la prossimità tra stesura e percossa, scrittura e violenza. Non si dice forse pigiare un tasto? La pagina espone se stessa come…

Il segno, il virtuale

17/03/2021
Virtuale è, precisamente, ciò che reale lo è già, ma in una dimensione spazio-temporale suppletiva, ulteriore dal presente appena compiutosi; un presente all’interno del quale il virtuale esercita una pressione infinitesimale, diversa da quella imposta…
English
Go toTop