L’inamabile

L’insopportabile e claustrofobica presa dell’inamabile, di tutto ciò che è antipatico, senza pathos possibile, senza autentico sentire: è da questo, da ciò che non ci dà la possibilità di amare la vita, che la scrittura…

No nature. Poesie scelte e nuove.

"Come poeta, detengo i valori più arcaici sulla terra. Risalgono al tardo paleolitico: la fertilità del suolo, la magia degli animali, il potere di visione nella solitudine, le terrificanti iniziazione e rinascita; l’amore e l’estasi…

In attesa delle arti

Questa virtuale scomparsa della città dalla vita dei suoi abitanti rende più forte l’essenza molteplice della città stessa, il suo essere attraversata e segnata da altre realtà insediative in un sovrapporsi di genealogie, di memorie,…

Quasi nulla

Non l’essere, non la cosa, non la verità, non lo spirito, non la terra, non il mondo – nulla si dà nell’opera. O meglio: quasi nulla, come vedremo. Qualsiasi tentativo di dire comunque, alludere o…

Fantasmi d’amore

L’accecamento d’amore, la privazione feroce in cui ci getta il desiderio, sono non l’ostacolo bensì il vero quanto paradossale tramite del pensiero (in termini lacaniani, un vero e proprio «manque-à-être»)…

Metamorfosi. Un punto di vi(s)ta.

“La vita di ogni essere vivente non comincia con la propria nascita”. Così iniziano le Métamorphoses di Emanuele Coccia, pubblicato in francese per l’editore Rivages nei giorni dell’inizio del confinamento in Francia dovuto alla crisi…
1 78 79 80 81 82 91
English
Go toTop