Stefano Ricci

disegnatore, collabora con la stampa periodica e l’editoria in Italia e all’estero, firmando progetti per i quali è stato selezionato dall'ADI, Design Index 2000, per il premio Compasso d'oro. Ha esposto in spazi pubblici, gallerie e festival nel mondo. È docente al HAW di Amburgo, all’ÉESI- Angouleme, all’Accademia di Belle Arti di Bologna, al D.A.M.S. di Udine/Gorizia. Lavora per il teatro, la danza e il cinema. Dal 1995 è curatore della collana "Edizioni Grafiche" della galleria d'arte Squadro di Bologna ed è il fondatore della rivista "Mano". Dal 2003 è direttore artistico di "Bianco e nero", rivista del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma. Dal 2008 dirige, con Anke Feuchtenberger, la casa editrice MamiVerlag. Nel 2021 è co-fondatore di Sigaretten, collana di libri di Squadro. Tra le sue pubblicazioni “La storia dell’Orso” (Quodlibet 2015), “Mia madre si chiama Loredana” (Quodlibet 2018), “I Molti” (Sigaretten 2022) e “Bartleby” (Gallimard 2022), e il cd “La voce del Castoro” (Rizosfera 2020).
English
Go toTop