Serena Carbone

(1981) si occupa di storia e critica d’arte contemporanea, con particolare riguardo alla relazione che intercorre tra arte, storia e società. PhD in Studi Culturali Europei, è autrice del libro “Marcel Broodthaers. Poetiche dell’ombra” (Mimesis 2018). Ha curato la mostra “No, Oreste, No. Diari da un archivio impossibile” al MAMbo con la relativa pubblicazione (2019) e insegna presso la Fondazione Accademia Internazionale di Imola. Ha scritto saggi e articoli su diverse riviste di settore, collabora con il quotidiano “il manifesto”.

Ristretti # 2

Per la maggior parte di noi il carcere è una zona d’ombra, un pensiero rimosso oltre. L’idea di essere privato delle mie libertà mi ha sempre terrorizzato. L’istituzione totale, «gli invisibili» di Nanni Balestrini. Volevo…

Eroina Claude

08/12/2023
Tra le ultime uscite di FotoNote, la storica collana edita da Contrasto, trova posto il volume dedicato a Claude Cahun (1894-1954). All’interno di una veste grafica rinnovata color lilla, l’immagine di copertina è quella di…

Ristretti

In Italia sui “soldi di carta” sono raffigurati generalmente opere d’arte e volti di artisti. Ma chi è in grado di riconoscerli? L’oggetto più diffuso e maneggiato si configura di fatto come l’oggetto meno conosciuto,…

Shooting the Self

04/10/2023
L’autoritratto ha una lunga tradizione che intreccia sia l’evoluzione dei medium di rappresentazione che le pratiche di costruzione e determinazione del sé. In questo percorso l’elemento che risulta essere maggiormente implicato è la relazione che…

La caduta delle Aquile

11/04/2023
Come funziona l’arte? Dagli anni Sessanta – più o meno consapevolmente – hanno provato a rispondere all’annosa domanda non solo i critici, ma anche gli artisti, andando a scucire i gangli che tessono la rete…

A partire dalla privazione

23/01/2023
Nel 1921, qualche anno prima dell’abbandono definitivo, Malevič scrisse un piccolo testo il cui titolo – tradotto in italiano dal francese 'La paresse comme verité effective de l’homme' – è 'L’inattività come verità effettiva dell’uomo'.…

Nati sotto il sistema

01/07/2022
Per Wittkower gli artisti erano «nati sotto Saturno» perché, da temperamento tipicamente saturnino, erano «contemplativi, assorti, cogitabondi, solitari e creatori», in una parola: melanconici. Forti di una tradizione che da Vasari in poi ha visto…

Elogio della distrazione

05/10/2021
La cultura occidentale ha posto ai poli dell’attenzione la concentrazione e la distrazione, stigmatizzandone le qualità: positive per la prima, negative per la seconda. Uscire da questa impasse non è semplice, anche solo per consuetudine.…
English
Go toTop