Riccardo Frola

è nato e vive a Torino. Collabora con l’Università di Torino. Suoi articoli sono usciti sul "Manifesto", "Il rasoio di occam-Micromega", "L'Indice dei libri del mese", “Krisis”. Ha collaborato con testate locali del gruppo editoriale "l’Espresso-Repubblica". Ha curato libri e tradotto testi di Anselm Jappe, Norbert Trenkle, Serge Latouche, André Gorz.

L’isolato italiano

Esce di casa, in deroga ai decreti, rischia. Poco dopo rientra, poi riesce: non sa che fare. È peggio dentro, è peggio fuori? Sul corso, tutto ha la stessa faccia, la stessa facciata.

continua

L’isolato italiano

Esce di casa, in deroga ai decreti, rischia. Poco dopo rientra, poi riesce: non sa che fare. È peggio dentro, è peggio fuori? Sul corso, tutto ha la stessa faccia, la stessa

...