Katja Petrowskaja

nata nel 1970 a Kiev in una famiglia di origini ebraiche, ha studiato filologia e slavistica all’università di Tartu, terminando poi gli studi a Mosca e nel 1999 si è trasferita a Berlino. Il suo romanzo d’esordio “Forse Esther” (Adelphi 2014) ha vinto l’Ingeborg-Bachmann-Preis, l’Aspekte-Literatur Preis, l’Ernst-Toller-Preis e il Premio Strega Europeo. Sua è l’introduzione alla prima edizione italiana del libro di Pavel Muratov, “Immagini dell’Italia” (Adelphi 2019). Vive tra Berlino, Tbilisi e Kiev. (ph. Sasha Andrusyk)

English
Go toTop