Fabio Vander

(Roma 1958), laureato in filosofia con Gennaro Sasso e in scienze politiche con Pietro Scoppola, lavora presso il Senato della Repubblica. Fra i suoi lavori filosofici: "Metafisica della guerra" (Guerini e associati 1995), "L’estetizzazione della politica" (Dedalo 2001), "Critica della filosofia italiana contemporanea" (Marietti 2007), "De philosophia italica" (Pensa Multimedia 2010), "Il sistema-Leopardi" (Mimesis 2012), "La critica e le forme. Saggio di filosofia dell’arte" (Mimesis 2018), "Essere Zero. Ontologia di Piero Manzoni" (Mimesis 2019).

Incerta luce. L’aporia di Mark Rothko

Mark Rothko fu uno dei maggiori artisti del Novecento. Nato nell’odierna Lettonia nel 1903, di origini ebraiche, cambiò il suo cognome Rotkovitch durante l’espatrio negli Stati Uniti, morì suicida nel febbraio 1970.

...