Claire Bishop

è storica dell'arte, critica e autrice. È docente di storia dell'arte presso il Graduate Center della City University (CUNY) di New York. Oltre a numerosi articoli su riviste d'arte, le sue pubblicazioni includono ‘Installation Art: A Critical History’ (Tate/Routledge, 2005), ‘Participation’ (Whitechapel/MIT Press, 2006), ‘Artificial Hells: Participatory Art and the Politics of Spectatorship’ (Verso, 2012, nuova edizione aggiornata 2022) e ‘Tania Bruguera in Conversation’ (Cisneros, 2020). Si interessa (e insegna in corsi) a un'ampia gamma di argomenti che rientrano nella sfera dell'arte, della politica, della storia delle mostre, della performance e della danza. Bishop ha studiato all'Università di Cambridge (BA, 1994) e all'Università di Essex (MA 1996, PhD 2002). Nel Regno Unito ha lavorato presso il Royal College of Art (2001-2006) e l'Università di Warwick (2006-2008) prima di trasferirsi al CUNY Graduate Center nel 2008. Di recente pubblicazione è ‘Disordered Attention’, una raccolta di saggi sull'arte contemporanea e sulla performance a partire dagli anni Novanta (2024), mentre tra i progetti di prossima pubblicazione figura un breve libro sugli Eventi di Merce Cunningham. I suoi libri e articoli sono stati tradotti in venti lingue ed è contributor di ‘Artforum’.

Inferni artificiali

"Inferni Artificiali" è stato pubblicato per la prima volta dieci anni fa, ma la mia ricerca e i miei scritti sull'arte partecipativa sono iniziati un decennio prima. Frustrata dai resoconti contemporanei di questo lavoro, che…
English
Go toTop