Antonina Nocera

vive a Palermo dove svolge la professione di insegnante e si occupa di critica letteraria. Ha pubblicato una monografia dal titolo “Angeli sigillati. I Bambini e la sofferenza nell’opera di F.M. Dostoevskij" (Franco Angeli 2010), e “Metafisica del sottosuolo. Biologia della verità fra Sciascia e Dostoevskij (Divergenze 2020) oltre a svariati articoli su riviste come “Kaiak-A philosophical Journey”, “Il Maradagàl”, “Kainos”. Suoi racconti si trovano nella raccolta “L’ultimo sesso al tempo della peste” (NEO 2020) e nell’antologia “Gli appetiti del pangolino” (Exlibris 2021) e un suo scritto satirico è stato pubblicato sul blog “Bottega di narrazione” di Giulio Mozzi. Gestisce il blog letterario “Bibliovorax”, collabora con la pagina Cultura Italia-Russia ed è direttrice di collana Augeo-dialoghi di scienze umane per la casa editrice Divergenze.

Dostoevskij, l’occhio e la penna

22/06/2022
Dostoevskij fu un grande divoratore di immagini. Utilizzo questa espressione non a caso, perché il rapporto che lo scrittore intratteneva con le immagini d’arte fu talmente intenso da provocare in lui emozioni e reazioni fisiche…

Pavel Florenskij, vedere l’Uno

11/04/2021
Florenskij delinea un excursus sul filo della prospettiva, dalle scenografie greche fino all’arte rinascimentale. Fa emergere come la violazione alle regole della pittura illusionista, o addirittura l’assenza della prospettiva, non possa essere “affatto considerata una…
English
Go toTop