Piazza Navona

Ma è possibile che nessuno l’abbia notato? Possibile che nessuno l’abbia mai scritto? Sembrerà incredibile, eppure non l’ho mai letto da nessuna parte. Allora voglio dirlo chiaramente: la Torre Eiffel è l’esatta copia della Fontana dei Fiumi di Gian Lorenzo Bernini.

Sì, il modello del più celebre monumento parigino sorge al centro di Piazza Navona, il che equivale a dire che lo stemma della Francia viene dritto dritto dall’Urbe. Basta immaginare quattro pilastri al posto delle statue che rappresentano i fiumi, e una struttura d’acciaio invece della copia romana di un obelisco egizio: voilà, il gioco è fatto. Del resto, lo scultore, pittore e architetto italiano del ‘600 non passò forse qualche mese Oltralpe, chiamato dallo stesso Re Sole?

(Roma, 1957) ha pubblicato sei libri di poesie (raccolti nel volume “Le cavie”, Einaudi 2018), il pamphlet in versi “Il commissario Magrelli” (Einaudi 2018), e un ciclo di quattro volumi in prosa (concluso con “Geologia di un padre”, Einaudi 2013). Professore ordinario di letteratura francese all’Università Roma Tre, ha diretto la serie trilingue “Scrittori tradotti da scrittori” Einaudi (Premio Nazionale per la Traduzione 1996). Nel 2002 l’Accademia Nazionale dei Lincei gli ha attribuito il Premio Feltrinelli per la poesia italiana.