I travestimenti di Claude Cahun, Marcel Duchamp ed Henri de Toulouse-Lautrec

Sia Toulouse-Lautrec sia Duchamp utilizzano la fotografia in modo paradossale, ovvero cercano, attraverso il medium che dovrebbe fissare l’identità della persona ritratta e la prova tangibile della sua esistenza, di depistare le tracce dell’identità singola, rendendo visibile l’ambivalenza tra ricerca identitaria e artistica, tra cultura d’élite e cultura di massa, tra mascolinità e femminilità.