Milano

(Genova 1964) si è formato al DAMS di Bologna frequentando al contempo l’animata scena cittadina in cui il Link aveva un ruolo preminente. Inizia la sua pratica artistica nella seconda metà degli anni Ottanta, concentrandosi sulla nozione di luogo nel quale siamo invitati a riconoscere elementi, dati e tracce che, sbiaditi da una memoria labile, ci sono già noti ma appaiono proprio per questo invisibili. Negli anni Novanta si trasferisce a Milano per spostarsi nel 2010 a Berlino. Dal 2006 è docente presso la Nuova Accademia di Belle Arti a Milano. Fra le sue personali si ricordano quelle al PS1 di New York e al Palazzo delle Esposizioni di Roma nel 2000, al Centro Luigi Pecci di Prato nel 2004 e nel 2019, al MART di Rovereto nel 2007, al PAC di Milano nel 2017; e la partecipazione al Padiglione Italiano alla Biennale di Venezia del 2013.